Utilizziamo cookie tecnici per fornire una migliore esperienza di navigazione nel sito, compresi cookie di "terze parti" per funzioni statistiche anonime e per attivare le funzioni di "social plugin". Non utilizziamo cookies di profilazione per inviare messaggi pubblicitari. Chiudendo questo banner o proseguendo nella navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie. Leggi l'informativa privacy completa

Olii essenziali. L’anima delle piante per il nostro benessere

Una piccola introduzione al mondo degli olii essenziali

L’odore subito ti dice senza sbagli quel che ti serve di sapere; non ci sono parole, né notizie più precise di quelle che riceve il naso. (Italo Calvino)

Riuscire a catturare l’essenza delle piante e conservarne il profumo in tutte le sue nuance olfattive è un’arte antichissima. Se l’olfatto, come gli altri sensi, all’alba nei nostri tempi era principalmente un recettore sensoriale atto ad acquisire esperienze olfattive e creare un archivio di dati per comprendere la realtà, l’evoluzione umana, nel passaggio dalla posizione quadrupede a quella eretta, lo ha poi allontanato dalla terra e portato ad un livello più alto.

Lo ha portato ad avvicinarsi alle piante, agli alberi e agli straordinari prodotti che la natura ci mette a disposizione e a sfruttarne le molteplici proprietà. Gli olii essenziali, sotto questo punto di vista, rappresentano un concentrato naturale di profumi ma anche di virtù benefiche dimostrate: antisettiche, antibatteriche e balsamiche.

Cosa sono gli olii essenziali?

Gli olii essenziali rappresentano i principi odoriferi di moltissime piante e sono costituiti da miscele complesse di sostanze organiche oleose, perlopiù volatili, di costituzione chimica diversa e localizzate in particolari tessuti del vegetale.

Come si ottengono?

Si ottengono normalmente mediante distillazione in corrente di vapore, per estrazione con solventi o per mezzo di procedimenti meccanici idonei (a pressione).
La preparazione rappresenta sicuramente la fase più delicata e difficile del processo poiché ha lo scopo di catturare i composti più sottili e fragili della pianta, senza che ciò comporti una alterazione del prodotto.

Il più semplice dei processi di estrazione è dato dalla spremitura a freddo, ma è anche il più limitato in quanto si può applicare solamente sulla buccia degli agrumi. Questo metodo utilizzato in Sicilia (per limoni e arance) e Calabria (per il bergamotto) è stato poi adottato in tutti i paesi produttori di agrumi e il preparato che si ottiene si chiama “essenza” in quanto non ha avuto azioni legate a solventi o al vapore acqueo.

L’altro metodo, che nasce durante l’epoca della Rivoluzione Industriale, è chiamato distillazione in corrente di vapore. Consiste nel fare evaporare sotto l’azione del calore in un bollitore i costituenti della pianta e raccoglierli attraverso il raffreddamento di una serpentina in cui i vapori vengono convogliati. Il suo sviluppo tecnico fa si che venga oggi utilizzata sia nel campo dei prodotti alimentari che dei profumi.

Come agiscono gli olii essenziali?

Gli olii essenziali hanno un’applicabilità piuttosto estesa, sia per uso interno sia per uso esterno, e vengono utilizzati per apportare benefici rilevanti al benessere psicofisico quotidiano.
Il vasto campo d’azione può sintetizzarlo in quattro grandi campi di azione:

  • Digerente (bocca, stomaco, intestino)
  • Infettivo (batteri, funghi, virus)
  • Cutaneo (dolori reumatici, disinfezione cutanea, dermoestetica)

Gli olii essenziali sono inoltre suddivisi in tre Note, categorie basate sull’impressione olfattiva che suscitano: Note di Base, di Cuore e di Testa.

La Nota di Base la ritroviamo principalmente negli o.e. estratti dalla corteccia e dalle radici, agiscono principalmente sul piano corporeo e purificano l’aria. L’aroma è molto persistente e può impiegare fino a dodici ore per evaporare.

La Nota di Cuore è caratteristica degli olii essenziali che si estraggono dal fusto, dalle foglie e dalle sommità fiorite e sono utili sul piano emotivo in quanto aiutano a riequilibrare le energie psicofisiche. Queste essenze sono mediamente volatili ed evaporano in circa tre-quattro ore.

Infine la Nota di Testa: riguarda gli olii essenziali ricavati dalle bucce o dai frutti e sono estremamente volatili, in due ore circa evaporano del tutto. Questi olii sono utili per energizzare il piano mentale.

Gli olii essenziali Efit

Gli olii essenziali selezionati da Efit sono puri e naturali al 100% e tutti realizzati con il metodo della distillazione in corrente di vapore o per spremitura a freddo relativamente agli olii ottenuti da agrumi.

Come riconoscere con certezza gli olii essenziali di qualità superiore?
Sulla confezione devono essere indicate una serie di informazioni imprescindibili:

  • la denominazione olio essenziale naturale e puro
  • il nome botanico in latino della pianta da cui si ricava l’olio e il genere
  • la data di scadenza
  • l’origine geografica che lo identifica
  • il modo di coltura (se è una pianta coltivata, selvaggia o bio)
  • la parte botanica distillata
  • il chemiotipo (classificazione chimica biologica)

Scopri gli olii essenziali Efit > http://bit.ly/Efit_Olii_Essenziali
Li puoi acquistare nel nostro sito o nel nostro punto vendita in via delle Portelle, 14 a Terni.

I nostri corsi

Gocce di bellezza è un corso autoconclusivo di avvicinamento al mondo degli olii essenziali, con il quale scoprirete un po’ di più su:
1⃣ Cosa sono e come sono fatti
2⃣ Le loro funzioni principali
3⃣ Gli utilizzi per il vostro benessere e la vostra bellezza

Il laboratorio si sviluppa in un’ora circa, al termine della quale ogni partecipante avrà composto e confezionato il proprio olio vegetale aromatizzato con olio essenziale da portare a casa.

Ecco le prossime date:

Per iscriversi ai corsi ☞ Puoi prenotare il tuo biglietto su eventbrite oppure direttamente nel nostro punto vendita.

Newsletter
Iscriviti alla nostra newsletter: riceverai tutte le notizie, gli aggiornamenti, le promozioni e le attività del mondo EFIT!