Utilizziamo cookie tecnici per fornire una migliore esperienza di navigazione nel sito, compresi cookie di "terze parti" per funzioni statistiche anonime e per attivare le funzioni di "social plugin". Non utilizziamo cookies di profilazione per inviare messaggi pubblicitari. Chiudendo questo banner o proseguendo nella navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie. Leggi l'informativa privacy completa

5 cattive abitudini dannose per la pelle

...Che dovresti abbandonare subito

Sai qual è l’organo più esteso del corpo umano? Ebbene sì, è proprio la pelle, che infatti presenta mediamente nell’individuo una superficie di circa 2 metri quadrati.
Un organo prezioso e sensibile che al di là di ciò che si potrebbe pensare, non rappresenta soltanto un mero rivestimento del corpo, ma è in realtà un complesso sistema dalle molteplici funzioni.

Molto spesso infatti i disturbi della pelle sono segnali da non sottovalutare perché strettamente legati sia alle patologie degli organi interni sia a disordini psichici. Non staremo qui a parlarti di questi argomenti delicati e non ci soffermeremo neanche su alcuni aspetti che comunque dovresti prendere in considerazione come l’importanza di bere molta acqua, avere un regime alimentare sano ed eliminare il fumo. Tutte abitudini che avranno un effetto positivo anche sulla tua pelle (oltre che su tutto il resto del corpo). In questo articolo ci soffermeremo piuttosto su alcune diffusissime cattive abitudini che vorremmo esortarti ad abbandonare e capire il perché sono così dannose per la tua pelle.

errore #1 ☞ Non struccarsi prima di andare a letto

Dopo una lunga giornata farsi sopraffare da stanchezza e pigrizia capita a tutti e spesso la fase struccaggio rischia di essere fatta in modo approssimativo o completamente dimenticata. Non rimuovere il make up da viso, labbra e occhi (o farlo nel modo sbagliato) rischia però di avere conseguenze importanti sulla nostra pelle. Questa cattiva abitudine infatti comporta l’ostruzione dei pori e quindi la proliferazione di batteri con l’aumento di punti neri o brufoli. Lasciare la pelle respirare almeno la notte è di fondamentale importanza e bastano davvero pochi minuti per struccarsi in modo corretto.
Noi ti consigliamo il Burro di Cocco che è perfetto per rimuovere in modo veloce ed efficace ogni residuo di make up. Inoltre ha un piacevole profumo e lascia la pelle morbidissima!

errore #2 ☞ Non proteggersi dal sole anche in inverno

5 cattive abitudini dannose per la pelle

Se pensi di non aver bisogno di proteggere la tua pelle sia in estate che in inverno stai commettendo un grosso errore. Mentre sono tante le persone che utilizzano le protezioni solari nei mesi caldi dell’anno, risultano invece pochissime quelle che continuano a farlo anche nei mesi più freddi. Hai anche tu questa cattiva abitudine?

Se è vero che i raggi UVB, responsabili delle scottature, sono meno intensi durante i mesi invernali, i Raggi UVA invece rimangono costanti nella loro intensità tutto l’anno e contribuiscono all’invecchiamento precoce della pelle. Quindi se le scottature non sono un deterrente per te, ti farà forse cambiare idea almeno il fatto che la protezione della pelle dal sole tutto l’anno ti aiuterà ad avere una pelle più giovane, fresca e senza macchie.

Attenzione però l’efficacia della protezione solare dipende molto dall’applicazione corretta del prodotto e in generale se ne utilizza troppo poco. È infatti necessario applicare circa 2 mg di crema solare per centimetro quadrato per godere di tutti i benefici protettivi, ciò vuol dire che per proteggere correttamente il viso dovrai utilizzare 2 grammi di crema solare e 30 grammi per tutto il corpo. Infine ricorda anche che per avere una protezione duratura il solare va applicato ogni due ore.

errore #3 ☞ Non fare mai scrub o peeling

La pelle si rigenera completamente ogni 3 o 4 settimane ma per farlo nel migliore dei modi ha bisogno delle condizioni adatte. L’abitudine di esfoliare (di media ogni 10 giorni, ma per le pelli più sensibili anche ogni tre settimane) è un’ottima abitudine infatti per liberarla da tutte le sue cellule morte che restano sulla superficie e ne ostruiscono i pori. Quindi se da un lato lo scrub aiuta a far respirare maggiormente la pelle, dall’altro accelera anche la microcircolazione del sangue e, di conseguenza, anche la rigenerazione cellulare.

Quale scrub scegliere? Noi ti consigliamo tre alternative a seconda della tua pelle e delle tue abitudini.

Sapone al nocciolo di Albicocca
Se sei pigro o pigra e ti dimentichi spesso di effettuare scrub o peeling ti suggeriamo il Sapone al nocciolo di Albicocca da utilizzare per la detersione quotidiana: avendo al suo interno dei microgranuli oltre alla sua azione lavante si occuperà anche di esfoliare molto delicatamente la tua pelle.

Sapone Nero all’Eucalipto (con guanto o senza guanto)
Un ottimo scrub da effettuare ogni dieci o quindici giorni è il Sapone Nero all’olio essenziale di Eucalipto che favorisce l’eliminazione delle cellule morte e restituisce nuova giovinezza alla pelle. Un gommage con Sapone Nero attiva la circolazione capillare e linfatica rendendo la pelle morbida e depurata da tossine e impurità. Permette la rimozione delle cellule morte senza irritare grazie all’azione dell’olio di Oliva.

Scrub fai da te
Se sei amante dello spignatto ti proponiamo invece uno scrub fai da te molto semplice unendo l’olio vegetale di Jojoba (disponibile anche nella versione con 50 ml) e lo zucchero di canna o semolato. La composizione dell’olio di Jojoba è molto simile a quella del sebo secreto in natura dalle nostre ghiandole ed è perfetto da utilizzare come ingrediente per lo scrub poiché è sebonormalizzante e purificante. Inoltre la sua consistenza vischiosa al tatto ne fa una cera liquida particolarmente adatta in caso di pelle grassa.

errore #4 ☞ Dormire male e poco

Come abbiamo già detto poco sopra, la nostra pelle è in continuo “movimento”, nel senso che si rigenera continuamente e in particolare lo fa nelle ore notturne. Se durante il giorno è più occupata a proteggere il corpo dalle aggressioni esterne (inquinamento, raggi solari, ecc…) durante la notte si dedica invece al suo rinnovamento. È per questo motivo fondamentale concedersi un sonno lungo e riposante. L’ideale sarebbe coricarsi entro le 23:00 poiché l’attività rigenerativa della pelle è al suo massimo nelle prime ore del mattino e quindi essere già addormentati in quella fascia oraria permette di incentivare il rinnovamento cellulare.

Se hai difficoltà ad addormentarti o ad avere un sonno tranquillo ti suggeriamo di leggere il nostro articolo dedicato proprio alla sua importanza!

errore #5 ☞ Seguire consigli sbagliati

L’ultimo dei nostri cinque suggerimenti è proprio quello di non affidarsi ai consigli sbagliati. Se ti devi far consigliare affidati a persone esperte e specializzate nel settore e non alla voci di corridoio o a qualche amica. Non perché vorranno consigliarti in mala fede ma perché ogni persona e quindi ogni pelle ha le sue caratteristiche e quindi i suoi bisogni.
Quindi ricorda di cambiare skincare routine in base alla stagione e all’età e se hai una pelle sensibile di provare i prodotti prima su porzioni più limitate, ma soprattutto impara a leggere i segnali che la tua pelle ti invia. È lei la più grande opinionista a cui dovresti dare ascolto.

Instagram Feed Instagram Feed Instagram Feed Instagram Feed Instagram Feed Instagram Feed
Newsletter
Iscriviti alla nostra newsletter: riceverai tutte le notizie, gli aggiornamenti, le promozioni e le attività del mondo EFIT!